Il poster e il passo del Grande P

Il Grande P

 

Il Grande P

by Blue Amorosi

Rinvenne la foto che aveva cambiato nel suo profilo su Google+ e, indiscreto, verso la signora che si firmava P, ne segnalò al mondo intero l’identità con indicazioni territoriali personali, così si fece suo follower e lei, dentro questo svelamento del suo farsi P, convenne di farsi sua follower; pertanto questo un bel giorno le scrisse.

Tu cambia la foto del tuo profilo e io che sarò tra i tuoi followers ti scriverò sotto un commento in modo che chi lo legge intenderà questo│1│:

Il Grande P è una bestia mitologica o patagonica, con la testa di una quechua e il corpo di un’altra quechua, una mesomorfa, per quanto possa essere anche  brevilinea e perciò più in carne, con questo patagonismo il Grande P, quando lo guardi, e quindi vedi solo la faccia di una donna quechua, ti fa sottentrare un fuoco, anche se non stai fumando e sei lontano mille miglia dall’Etna.

Si dice, lo narrano gli astronomi,  che ci sia un pianeta chiamato, da Woody Allen,  Quelm. Così distante dalla terra che un uomo, per raggiungerlo, impiegherebbe 6 milioni di anni per arrivarci, anche con le ferrovie dello stato in Italia, o prendendo il postale che dalla costa jonica calabra porta dritto dritto a Torino, dove, nonostante la meccanica della ruota e la relativa industria, pare che ci sia una dimensione temporale agli antipodi di quella sibarita.

A Quelm, non ci sono postali e non c’è il Grande P, però lei pare che abbia,invece,  svegliato Enea e questo, avendola vista, l’abbia sodomizzata pensando che fosse Anna, la sorella di Didone.

Su Quelm non esiste, però, la sodomia, né un visionatore si può mettere a fare battaglie dei Gesuiti per la faccia del Grande P, anche perché a Quelm c’è una temperatura di 1300 gradi sotto zero e, invece, il Grande P fa rizzare il (-φ) alle temperature usuali in Patagonia.

Così, mia cara, mentre chi legge intenderà questo e può darsi che si darà pure lui alla Battaglia dei Gesuiti, io, che sono il tuo visionatore preferito, pur abitando in un ambiente orribile quasi quanto se non peggio di Pittsburgh, continuerò a ogni visualizzazione, anche se la pressione cosmica aumenta e pure le tariffe telefoniche e postali, a farmi venire il gaudio, e a fartelo venire  anche addosso a te, fin quando l’intera razza e Google stesso si estinguerà.

Il contatore Google+, tolta qualche centinaia di unità, ogni giorno, quando non si ingrippa, certificherà il numero delle battaglie dei Gesuiti che  per te ho combattuto.

Se esistevano i Gesuiti, qualcuno deve pur continuare a portare avanti la loro filosofia, anche quando avverrà che, di punto in bianco, un bel giorno, stanchi e affranti, scopriranno che il loro oggetto “a” non innalza più il loro (), e tu che sei il Grande P non transiterai più al loro meridiano. Si estingueranno allora i Gesuiti? O non ci saranno più le Battaglie dei Gesuiti? O, invece che per la tua faccia quechua,se lo meneranno per un’altra faccia india e quindi il patagonismo baudrillardiano sarà del tutto estinto? E al suo posto vivrà, scosso nelle Battaglie dei Gesuiti del futuro, il “guaicureismo” se non, Dio ce ne scampi, l’”aymarismo”? Se questo  intanto dovrà avvenire, che sia la volta buona per l’”amazzonismo”, che ha un paradigma più ampio e un ambiente meno circoscritto e meno ostile e restrittivo di quello degli Aymarà e dei Guaicurù│2│?


Note.

│1│ Invece è questo quello che ho scritto, hai postato una tua nuova foto e da allora è questo che ho visto, che tu sei “la chica más bella que haya pisado…sin dudas!!!” e che Dio santo quante volte ti ho avuto nei miei pensieri per accordarli ai tuoi e che è incredibile dove si vada a ficcarlo l’oggetto “a” per questa tua foto!!!E dov’è che ti trovi, sembra la Svizzera, dove anch’io sono stato, anzi è in quel posto che immagino che tu sia, e dove spero sempre di incontrarti per potertelo dire, insufflartelo “una otra vez”. Intanto, togliendo dal totale delle visualizzazioni qualche centinaio per gli altri follower(nonostante il conteggio sempre alto che c’è in Sudamerica per via della lingua che assembla e riunisce ed estende tutte le nazioni del continente e quindi moltiplica visualizzazioni infinite, che in altre nazioni sarebbero limitate al popolo della lingua in uso), il resto(198.000 ad oggi, ma a partire da quando? Da quando hai postato la foto no, perché l’ho vista dopo, allora da quando ti ho scritto, dall’aprile 2012, un bel numero no?) è il totale delle accordate che mi sono fatto con la chica más bella que haya pisado la Svizzera con me!!!

│2│Il Grande P , che ha origine dalla lettera puntata e che il visionatore svela, nella stessa lingua in cui la P starebbe per “palabra”, che è la “parola”, ma anche per “pala”, che è il “badile” e il “dente incisivo superiore”.Ma nulla osta a che P stia per “palabrería”, che son “parole” e “chiacchiere”,  e “palique”, “chiacchierata”. Il visionatore che ha lasciato il commento accentua il “pisar”, che è dentro il “pestare”, con tutto il peso del corpo, c’è anche il “pigiare”, il “tasteggiare”, lo “schiacciare”, tutti schemi verbali che afferiscono allo “shummulo”, perché è dentro lo “shummulo” che il Grande P “cammina”, “pisa” appunto, questa cammina e “pisa”, “pesta”, “pigia”, “tasteggia”, “schiaccia”, ci delizia con lo “shummulo”; P varrebbe anche per “pie”, “piede”, che sta tra il camminare e il suonare, altro schema verbale evocato perché lei ha pisado el conservatorio di un luogo che sta tra un gioco di carte e la burla, il gesto d’intesa e la “palabrota”, la “parolaccia”, che non va mai detta ma che, a guardar “P” dentro la lingua di chi cambia la foto del profilo e il visionatore che lascia il commento non si può non intravvedervi un po’ della “picha”, che è forse il “paradigma” della “parata”, “parada”, o la “parabola” della “palabra” o del “papel”, della “carta”, che quando si fa foglio di carta è anche il giornale e quindi dammi un foglio di carta, dame una hoja de papel, e sobre el papel, che ci scriviamo se non questa dissertazione sul Grande Papel, che, parida su parida, cazzata su cazzata, es pariente de picha, è parente del cazzo, che a parlotear così, finisce che pasa, passa, o, addirittura, pista, pesta, pigia, cammina. Per i capelli che ha il nostro oggetto “a”, la P starebbe per “pelo”, ed è speculare al pelo del melocotón, che è la peluria della pesca, tanto che è così che lei  viene al pelo , capita a proposito, e per come è venuta ha tutto il pelo per farsi fantasma perenne del poeta di cui non farà che pisar il suo oggetto “a” al meridiano, dove, non ci crederete, il soggetto del pelo ha ben sei elementi, tutti rinserrati attorno, tutti a pisar, a pigiare, l’oggetto “a” del poeta, a fargli da shummulo per la “piel” della faccia de piedra, che è il puente, il ponte, che collega la libido del poeta, la libido del disvelatore e la libido dell’oggetto “a” messosi in posta, a posta, apposta, si è fatto póster, poster, manifesto, del Grande P:Il Grande P

 Beckettiana per il Grande P│♥ 1

di faccia

per quel che ti piaccia

per quel naso

finché ti si faccia

Beckettiana per il Grande P│♥ 2

un naso così

una faccia così

per quanto tu sia il grande P

la bocca così

piuttosto uno se ne fa

almeno quattro al dì

o di più di così

tre per quattro il martedì

del resto per un gran naso

se serve un gran vaso

e si riempie la notte non è

un semplice caso

che P abbia quel naso

 

Beckettiana per il Grande P│♥ 3

El paso-P de P.

 

Sobre la P cuál es la palabra

contra la P o entre la P

tras la puerta P entre los dedos

están en el séptimo cielo

el cielo de P apreta bien

los dedos los ojos P

el  bien pega un estirón

P va de bien en mejor

P sobre P tras P entre P

en P contra P por P según P

así que con todo el peso de P

paso paso a buen paso el pie

delante otra vez según P

en cara cara a cara sobre la nariz

a este paso todo a paso de P

se le ve el plumero a P

el paso-P de P

 Il Grande P

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...