Il vento del deserto Tanami

1. Il vento del deserto Tanami

E’ straordinario come al mattino del 19 ottobre 2007 ti sorprenda un vento freddo e secco che soffia tra nord e nord-ovest, tra tramontana e maestrale, ed è in questa regalità che l’erezione della libido sottentra per chi ha perso la tramontana, l’immusonito Leon Zat, che, ed è questo il senso segreto del film[1], in effetti non ritrova la bussola con la moglie Sonja, ma è questa maestra del Mullar [2]che gli fa perdere la tramontana. Questo vento di fine segno(il sole è nell’orbita del Giove dell’oggetto regale, maestrale, nel segno dell’ovest, che, per antisci, è in connessione con i primi gradi dell’ultimo segno dell’estate) è plutonicamente maestrale, o piuttosto è un vento del nord, che, in Australia, non sappiamo dire come possa essere chiamato, ma che, fingendo che sia Sidney(la città di Kerry Armstrong, l’attrice che interpreta Sonja) il luogo su cui soffia, che è a 35 gradi sotto l’equatore, provenendo dal nord potrebbe essere quello del Mar dei Coralli, o piuttosto a Sidney quello del  Tropico del Capricorno, che – è davvero Heimlich – è il segno solare di Kerry Armstrong, che, connesso come punto equidistante dalla linea del solstizio, è, in questa patagonica apparizione la cuspide della casa quinta, il nord-ovest, tanto che allora questo vento della sensualità non può che provenire dal Territorio del Nord, dal Deserto Tanami forse, potremmo chiamarlo Tanami e vedere nel suo segreto senso la patagonica radicalità di Kerry Armstrong? Perché Tanami, che in sanscrito può essere fatto di Ta, “questo”, e nam, “piegare”,”curvare”, o nama, “certamente”,”di nome”, questo senso segreto radicalizzerebbe, questo certamentepiegare(curvare) di nome, senza sottacere che tan, che è “stendere” o “piegare” o “dirigere verso” e che è “continuazione” ma anche “prole”, con amã, che è “casa”, “insieme con”, per tanama radicalizzerebbe la “continuazione a casa”, “insieme”, l’”essere diffuso”. In tutto questo, se ascoltate bene, non solo la musica della colonna sonora di Paul Kelly che è tha,”suono cupo”, man, “curvare”, una curva cupa del tempo, c’è un “corpo sottile”(taman) che ha forza(ama), questo “insieme con”(ama) che è nel sé(tam) della continuazione(tan) un suono(ta), un quarto, una terra che piega, curva, sottomette(nam), questo(ta) di nome(nama).

Il corpo plutonico di Kerry Armostrong?

Questo di nome. Tanãma . O Tanami? O Lantana?

▐ da: Lantana- Questo di nome by v.s.gaudio in uh magazine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...