Il violinista con MØ

  Quando ho visto e sentito la prima volta MØ, mi son detto ma questa qui io la conosco, a parte che quando vedo il tipo, mi dico ha qualcosa di LaRoux e non è detto che non abbia pure lei un certo patagonismo, ma anche l’altra quella dei Paramore, la Williams, insomma il genere è quello, quando c’erano quelle ragazze che, dopo la scuola, si andava a mangiare tutti i diospiri dall’albero dei cachi di mia nonna, e c’erano quelle sorelle che venivano qui a studiare nel delta del Saraceno dalla Basilicata, o quando andavamo nel boschetto non a raccogliere nocciole ma a farci un po’ di petting e poi una si metteva a orinare e l’altra la depositava, intanto che il sole cominciava a tramontare. Quante volte ho giocato per strada e nei sentieri andando attorno all’aranceto di mia nonna con le ragazze , che erano come MØ e LaRoux e Hayley Williams, l’aria era frizzante , e mi fermavo a scuotere il noce alto che non so che cavolo ci facesse nell’aranceto, tanto che, è questo che ricordo, fu quella volta che lo vidi la prima volta e cercavo arance dolci e c’era l’odore del fumo nell’inverno che stava arrivando e mi domandavo: sarà poi vero che questa ragazza di Policoro, che adesso lo so poteva essere MØ, come se fosse danese, colla motosega guarda un po’  all’ epoca lei lanciava il peso e va a finire che me lo taglia, certo non è che la vedevo così fallica, uretrale sì, per questo pisciava puntualmente dietro l’albero dei cachi, mentre la sorella, più in là, lasciava tracce del suo metabolismo solido, ora che cammino verso sud quasi sempre a mezzogiorno, dopo aver tagliato l’erba con la falce e vedo MØ con la motosega e un giorno, vedrai, mi dico, verrà qui a cantarmela mentre io che son poeta falcio l’erba e poi contro l’ovest, quando è estate, guardo l’orizzonte in alto e afferro la sua treccia e faccio il violinista. by blue amorosi from uh magazine Bikini Daze EP is released 20th October 2013Pre-Order now http://smarturl.it/BikiniDaze_DigiFollow me here:

www.facebook.com/MOMOMOYOUTH
twitter.com/MOMOMOYOUTH
@momomoyouth
moendoftheworld.tumblr.com
www.youtube.com/user/MOMOMOYOUTHVEVO
www.youtube.com/user/MOMOMOYOUTH

Annunci

Acqua e finestra per lo Shummulo

mianonnadellozen ha rebloggato janka5

Un buon posto per lo Shummulo

(…)
così che infine
a capo di questo meridiano
rientrò nel punto
dell’orto dicendo a se stessa
a chi altri mai
tempo che la finisca
prej për të shumullarur[8]
tempo che torni a sedersi
alla sua finestra
tranquilla al meridiano della finestra
di faccia ad altre finestre
ashtu që më në fund[9]
a capo d’un altro giorno
më në fund u kthua ulem[10]
alla sua finestra
tirò su la tenda e sedette
kështu që ajò të shumullonte[11]
di faccia ad altre finestre
altre uniche finestre
tutta occhi
ulem, shumullarka ajò[12]
mezi mezi si ajò[13]
alla sua finestra
tornata come lei
rientrata infine
a capo di quest’altro meridiano
col dire a se stessa
asaj vetë
a chi altri mai
kohë që të mbarojë
duke shummuluar[14]
kohë të kthehet ulem[15]
shummuluakësh[16]
ora che alla sua finestra
unica finestra
tutt’intorno in alto e in basso
shummuluaka[17]
di faccia ad altre finestre
per 18 minuti nel Mull-pozitë[18]
in cui l’étalage du cadran solaire
fa prendere l’ora, l’heure et le bonheur

(…)

 da: v.s.gaudio, shummulon vs shumullar 

Dirty tutta gialla

Dirty tutta gialla se fosse stata Marty di Kevin Taylor 
by v.s. gaudio 

Dirty, quella volta che il bosco dietro e la fattoria a miglia di distanza
si stagliavano chiari come dietro una lente
sotto un cielo che è tutto dorato per come è sul tuo corpo
ma lassù è un cielo blu pavone e non c’è la coltre di nubi
che di solito qui il pomeriggio c’è anche adesso che l’estate
si è allungata dentro l’equinozio e tu non cammini per la strada
sei tutta liquida nel sole che è l’unico suono che tra grandi raffiche
di tempeste lontane e appena esci dal bosco c’è di sicuro il vento
che ti alzerà il vestito e chiaro il cielo e la carne messa a nudo
appesa all’orlo di una collina e tra i rami dei meli e dei fichi
ti vedo camminare dentro il tuo vestito giallo
lungo il meridiano del mio oggetto a che ha in gola
onde e sciabordio del vento non certo tra i cedri che qui
non ci sono fin quando ti fermi di nuovo
e troppo colma per essere presa guardi il poeta
che pensa Dio come vorrei vederla seduta su quella mia sedia
cullata dal vento sotto il portico deserto
con la veste alta sul podice lei che guarda in alto e non certo
per vedere Giove, fosse stata Marty di Kevin Taylor
starebbe seduta in calzoncini e nel cielo tutto già oscillerebbe
la luna giallo bruna 

La fille de mon peuple est Dirty?

E’ Dirty o è la fille de mon peuple?

I
che mi ero innamorato di Dirty
al punto che ogni frase come una viltà
infelice
davanti a una ragazza come Lazare
brutta certamente incomprensibile
non avevo avuto una bella e più
eccitante

Dirty mi faceva perdere
ero impotente con lei…
la testa, e guardai le mani, l’angoscia e
sul punto di divenir pazzo
un divoratore d’escrementi, in un simile stato
mi ripugnava fisicamente
con le unghie color sangue fresco, Dirty
quella creatura mancata
color sangue fresco, perché
dovevo essere vile
al punto
in cui alcun disagio.

-Era una dama ancora bella? come se si trattasse
replicò
le mani congiunte, in quel momento capire
semplicemente pensavo che Lazare era calma
una confessione

Questa volta fissandomi commossa
i bagagli in quella stanza, il temporale pareva battesse
le ali, si snodava un ruscello d’inchiostro
un balcone al piano di sotto
nella stanza non, l’altezza del tetto, buio, lampi,
una lunghissima bandiera nera.
Tutto questo per l’interesse di Lazare, il desiderio
trovandomi, sarebbe stata una risposta
in testa
– parlo della guerra

 da: v.s.gaudio, dirty-love, l’amour bleu